Wall Street Journal: 88 milioni di dollari di riciclaggio di denaro sporco attraverso scambi criptati?

Come suggerisce un rapporto del Wall Street Journal, dal 2016 sono stati lavati complessivamente 88 milioni di dollari USA attraverso l’uso di scambi cripto. Il loro CEO Erik Voorhees si oppone alla presentazione e accusa il giornale di aver distribuito FUD.

Exchange Bitcoin evolution è un punto focale particolare

Il Wall Street Journal, uno dei più importanti quotidiani statunitensi, ha pubblicato il 28 settembre scorso un rapporto sul ruolo degli scambi cripto nelle attività di riciclaggio di denaro sporco. Con il titolo “How Dirty Money Disappears in the Black Hole of Cryptocurrency” la rivista raccoglie un resoconto generale sul settore della Bitcoin evolution. Gli scambi di crittografia, in particolare, non vanno bene nell’analisi: https://www.forexaktuell.com/it/bitcoin-evolution-recensioni-opinioni/

Espositore
Aprire comdirect Depot e sperimentare sport in diretta con Sky Ticket
Approfittate della nostra offerta vantaggiosa di deposito: Negoziare per 12 mesi per soli € 3,90* per ordine – Gestione gratuita del deposito nei primi 3 anni – Offerta di titoli ampia e indipendente. Come nuovo cliente, riceverai anche un biglietto Sky Supersport del valore di € 179,94* per 6 mesi. Utilizza il biglietto da solo o regalalo agli amici!

Un totale Bitcoin evolution di 2.500 portafogli esaminati

Nel corso della ricerca, il team del Wall Street Journal ha esaminato i depositi di un totale Bitcoin evolution di 2.500 portafogli. I portafogli selezionati erano noti per essere coinvolti in attività illegali. Con l’aiuto dell’azienda di catene di blocchi Elliptic, la rivista è stata in grado di tracciare come gli utenti hanno trasferito i depositi di portafogli per crittografare gli scambi.

Come uno dei principali destinatari del denaro acquisito illegalmente, la rivista ha identificato lo scambio crittografico svizzero ShapeShift. Più di nove milioni degli 88 milioni di dollari riciclati dal 2016 sarebbero passati attraverso ShapeShift. Una ragione per questo potrebbe essere che lo scambio crittografico ha reso possibile fino a poco tempo fa il commercio anonimo di valute crittografiche. Gli standard KYC per ShapeShift entreranno in vigore solo la prossima settimana, il 1° ottobre.

Il CEO di ShapeShift Voorhees si difende
Il Wall Street Journal sottolinea in particolare i trolls del CEO Erik Voorhees. Si era più volte espresso contro i regolamenti del KYC e antiriciclaggio e aveva sottolineato la libertà delle transazioni. La rivista ora usa queste affermazioni per sottolineare che i riciclatori di denaro sporco hanno un gioco facile da giocare con lo scambio crittografico.

Voorhees stesso ha parlato un po’ più tardi direttamente delle critiche mosse nei suoi confronti e di ShapeShift. Comprensibilmente, non ha lasciato che le accuse si sedessero sulla schiena. Si schiera invece dalla sua parte contro il Wall Street Journal, che egli descrive come “poco studiato e fuorviante”.